«… sappi sappi che qualunque grazia mi chiederanno in virtù di questa Piaga, verrà loro concessa …»
La promessa della santa Piaga della spalla di nostro Signore Gesù a chi con devozione reciterà questa Orazione con fede.

San Bernardino domandò nell’orazione a nostro Signore, quale fosse stato il maggior dolore sofferto nel corpo durante la sua passione. Gli fu risposto: «Io ebbi una Piaga sulla spalla, profonda tre dita, e tre ossa scoperte per portare la croce. Questa Piaga mi ha dato maggior pena e dolore di tutte le altre e dagli uomini non è conosciuta. Ma fu rivelata ai fedeli cristiani e sappi che qualunque grazia mi chiederanno in virtù di questa Piaga, verrà loro concessa, e a tutti quelli che per amore di essa mi onoreranno con tre Pater, Ave e Gloria al giorno, perdonerò i peccati veniali, non ricorderò più i peccati mortali e non moriranno di morte improvvisa e in punto di morte saranno visitati dalla Beata Vergine e conseguiranno ancora la grazia e la misericordia».

ORAZIONE ALLA PIAGA
DELLA SPALLA DI NOSTRO SIGNORE

Dilettissimo Signore Gesù Cristo, mansuetissimo Agnello di Dio, io povero peccatore, adoro e venero la santissima tua Piaga che ricevesti sulla spalla nel portare la pesantissima croce al Calvario, nella quale restarono scoperte tre sacratissime ossa, tollerando in essa un immenso dolore: ti supplico, in virtù e meriti di detta Piaga, ad avere di me misericordia, col perdonarmi tutti i peccati, sia mortali che veniali, e ad assistermi nell’ora della morte, e di condurmi nel tuo regno beato. Amen.

3 Padre nostro
3 Ave Maria
3 Gloria

Gesù trascina la croce fino al monte calvario, la piaga di gesù sulla spalla

15 Orazioni di Santa Brigida

Le 15 Orazioni di Santa Brigida 

Promesse di Gesù legate a questa Devozione

Poichè Santa Brigida desiderava conoscere da tempo il numero dei colpi ricevuti da Gesù durante la sua dolorosissima Passione, un giorno il Signore le apparve dicendole:

<<Ho ricevuto nel mio corpo 5480 colpi. Se volete onorarli in qualche modo direte 15 Padre nostro e 15 Ave Maria con le Orazioni seguenti (che Le insegnò) per un anno intero; alla fine dell’anno, avrete onorato ognuna delle piaghe.>>

 

Egli aggiunse i seguenti privilegi per Lei e per chiunque avesse pregato queste Orazioni per un anno:
  • Libererò 15 anime della sua parentela dal Purgatorio.

  • 15 giusti della sua stessa parentela saranno confermati e conservati nella Grazia.

  • 15 peccatori della sua stessa stirpe si convertiranno.

  • La persona che prega queste Orazioni raggiungerà il primo grado di perfezione.

  • 15 giorni prima della sua morte, riceverà il mio prezioso Corpo in modo che sarà liberata dalla fame eterna, e le darò il mio Preziosissimo Sangue da bere perché non abbia sete in eterno.

  • 15 giorni prima della sua morte, avrà una perfetta conoscenza di tutti i suoi peccati e ne proverà un pentimento profondo.

  • Metterò il segno della mia Croce Vittoriosa davanti a lei per soccorrerla e difenderla dagli attacchi dei suoi nemici.

  • Prima della sua morte, verrò con la mia Amatissima e Cara Madre.

  • Riceverò benignamente la sua anima e la condurrò alle gioie eterne.

  • Conducendola fino là, le darò con singolare tratto, di bere dalla Fonte della mia Divinità, cosa che non farò con coloro che non avranno recitato queste Orazioni.

  • Perdonerò tutti i peccati a chiunque è vissuto per 30 anni in peccato mortale se dirà devotamente queste Orazioni.

  • La difenderò dalle tentazioni.

  • Le conserverò i suoi cinque sensi.

  • La preserverò dalla morte improvvisa.

  • Salverò la sua anima dalle pene eterne.

  • Se avesse sempre vissuto secondo la sua volontà e sarebbe dovuta morire domani, la sua vita si prolungherà.

  • La persona che reciterà queste orazioni otterrà tutto quello che domanderà a Dio e alla Vergine Maria.

  • Tutte le volte che reciterà queste Orazioni otterrà l’Indulgenza Parziale.

  • Sarà sicura di essere aggiunta al Coro degli Angeli.

  • Chi insegnerà queste Orazioni a un altro avrà gioia e merito senza fine, che saranno stabili sulla terra e dureranno eternamente.

  • Dove sono e saranno dette queste Orazioni, Dio è presente con la sua Grazia.

Si ricorda che come qualsiasi devozione, le Orazioni di Santa brigida sono strettamente legate alla vita Sacramentale e sono tanto più fruttuose ed efficaci quanto più si corrisponde alla Grazia del Signore.E’ pertanto ancor più necessario confessarsi, partecipare alla Santa Messa (se è possibile Ogni Giorno) e ricevere la Santa Eucarestia.

 

Come si Pregano le Quindici Orazioni di Santa Brigida

Per Ottenere frutti dalla recita delle Orazioni secondo quanto ha promesso nostro Signore, bisogna recitare tutte e 15 le Orazioni di Santa Brigida almeno una volta al giorno per 1 anno (365 giorni = 365 volte consecutive). In caso si dovesse saltare per 1 giorno la recita delle Orazioni bisognerà cominciare da capo(senza alcuna eccezione). La vera Devozione nasce dall’amore con cui verranno dette queste Orazioni, le quali portano racchiuse le Santissime Piaghe di nostro Signore Gesù Cristo e ogni momento della sua Amatissima Passione. Nessun impegno al mondo potrebbe mai valere 1 sola delle promesse che fà il Signore ai devoti, quindi ci deve essere Amore e Riconoscimento a Dio nella Recita delle Orazioni.

1SantaBrigida

 

INIZIO DELLE ORAZIONI

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Sequenza allo Spirito Santo

Vieni, Santo Spirito,
manda a noi dal cielo
in raggio della Tua luce.
Senza la tua forza,
nulla è nell’uomo,
nulla senza colpa.
Vieni, padre dei poveri,
vieni, datore dei doni,
vieni, luce dei cuori.
Lava ciò che è sordido,
bagna ciò che è arido,
sana ciò che sanguina.
Consolatore perfetto,
ospite dolce dell’anima,
dolcissimo sollievo.
Piega ciò che è rigido,
scalda cià che è gelido,
drizza ciò che è sviato.
Nella fatica, riposo,
nella calura, riparo,
nel pianto, conforto.
Dona ai tuoi fedeli,
che solo in te confidano,
i tuoi santi doni.
O luce beatissima,
invadi nell’intimo
il cuore dei tuoi fedeli.
Dona virtù e premio,
dona morte santa,
dona gioia eterna. Amen.

 

Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Amen.

Credo

Io Credo in Dio, Padre Onnipotente, Creatore del Cielo e della Terra; e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore,
(ci si inchina)
il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fù sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al Cielo, siede alla destra di Dio Padre Onnipotente; di là verrà a Giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa Cattolica, la Comunione dei Santi, la Remissione dei peccati, la Risurrezione della carne, la Vita Eterna. Amen.

 

I Orazione

O Signore Gesù Cristo, eterna dolcezza di coloro che ti amano, giubilo che trapassa ogni gioia e ogni desiderio, salvezza e amore di coloro che si pentono, ai quali hai detto: << le mie delizie sono con i figli degli uomini>>, essendoti fatto uomo per loro, ricordati di quelle cose che ti hanno mosso a prendere la carne umana e di quello che hai sopportato dal principio della tua incarnazione fino al tempo salvifico del tuo patire, pensato dall’eternità nella mente di Dio. Ricordati del dolore che, come affermi tu stesso, ha vissuto la tua anima, quando hai detto: La mia anima è triste fino alla morte, quando nell’Ultima Cena che hai preparato ai tuoi Discepoli – dando loro il tuo Corpo e il tuo Sangue per Cibo, lavando i loro piedi e consolandoli amorevolmente – hai predetto la tua Passione imminente. Ricordati del tremito, dell’angoscia e del dolore che hai sopportato nel tuo Corpo Santissimo, prima di andare sul patibolo della croce, quando, dopo aver pregato tre volte il Padre, pieno di sudore di Sangue, ti sei visto tradito da uno dei tuoi Discepoli, sei stato preso dal tuo popolo eletto, se stato accusato da falsi testimoni, se stato condannato a morte iniquamente da tre giudici – nel tempo più solenne della Pasqua –  tradito, deriso, spogliato dei tuoi vestiti, percosso sul volto, con gli occhi bendati. legato alla colonna, flagellato e coronato di spine. Ti prego, dunque, Dolcissimo Gesù, per il ricordo che conservo di queste sofferenze, di concedermi, prima della mia morte, sentimenti di vero pentimento, una sincera Confessione e la Remissione di tutti i miei peccati. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

II Orazione

O Signore Gesù Cristo, vera Letizia degli Angeli e paradiso di Delizie, ricordati degli orribili tormenti che hai provato quando i tuoi nemici, come ferocissimi leoni, avendoti circondato, con schiaffi, sputi, graffi e altri inauditi supplizi ti hanno flagellato; e per le ingiuriose parole, per le aspre percosse e i durissimi tormenti, con i quali i tuoi nemici ti hanno afflitto, ti supplico, di liberarmi dai miei nemici sia visibili che invisibili e concedimi di ritrovare, sotto l’ombra delle tue ali, la protezione dell’eterna salvezza. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

III Orazione

O Signore Gesù Cristo, o Verbo Incarcano, Creatore Onnipotente, del mondo, che sei immenso, incomprensibile e puoi racchiudere l’universo nello spazio di un palmo, ricordati dell’amarissimo dolore che hai sopportato quando le tue santissime mani e i tuoi piedi sono stati fissati con chiodi acuminati sul legno della croce. Quale dolore hai provato, o Gesù, quando gli spietati crocifissori hanno dilaniato le tue membra, hanno slogato le tue ossa e hanno tirato il tuo corpo per ogni verso, a loro piacere. Ti prego, per la memoria di questi dolori sopportati sulla croce, che tu mi voglia concedere che Ti Ami e nutra il giusto Timor di Dio. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

IV Orazione

O Signore Gesù Cristo, Medico Celeste, ricordati delle sofferenze e dei dolori che hai sentito nelle tue membra già lacerate mentre si levava in alto la croce. Dai piedi alla testa eri tutto un cumulo di dolori; e tuttavia ti sei scordato di tanta sofferenza e hai rivolto pietosamente preghiere al Padre per i tuoi nemici dicendo: Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno. Per questa smisurata carità e misericordia e per la memoria di questi dolori, concedimi di ricordarmi della tua amatissima passione, affinché essa mi giovi per un piena Remissione di tutti i miei peccati. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

V Orazione

O Signore Gesù Cristo, ricordati, Specchio di Eterna Chiarezza, dell’afflizione che hai avuto quando, vista la predestinazione di quelli eletti che mediante la tua Passione dovevano salvarsi, hai previsto che molti non l’avrebbero accolta. Pertanto, per la profondità della Misericordia che hai mostrato non solo nel provare dolore per i perduti e i disperati, ma nell’usarla verso il ladrone quando hai detto: Oggi sarai con me in Paradiso, ti chiedo che tu voglia, Gesù Pietoso, usarla con me al momento della mia morte. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

VI Orazione

O  Signore Gesù Cristo, Re Amabile, ricordati del dolore che hai provato quando nudo e miserabile sei stato messo in croce, senza avere, fra tanti amici e conoscenti che ti erano intorno, chi ti consolasse, eccetto la tua Diletta Madre, alla quale hai raccomandato il Discepolo prediletto, dicendo: Donna, ecco tuo figlio; e al Discepolo: Ecco tua Madre. Fiducioso ti prego, pietosissimo Gesù, per la spada di dolore che allora Le trapassò l’Anima, che tu abbia compassione di me nelle mie afflizioni e tribolazioni sia del corpo che dello spirito e mi consoli, porgendomi aiuto e gaudio in ogni prova e avversità. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

VII Orazione

O Signore Gesù Cristo, fonte di dolcezza inestinguibile, che mosso da intimo affetto di amore dicesti in croce: Ho sete, cioè desidero sommamente la salvezza del genere umano, ti preghiamo accendi in noi il desiderio di operare perfettamente, spegnendo del tutto la sete dei desideri peccaminosti e la brama verso i piaceri del mondo. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

VIII Orazione

O Signore Gesù Cristo, Dolcezza dei cuori e Soavità grandissima delle menti, per l’amarezza dell’aceto e del fiele che hai gustato per noi nell’ora della tua morte concedi a noi, miseri peccatori, che in ogni tempo, specialmente nell’ora della morte, ci nutriamo degnamente del tuo Corpo e del tuo Sangue, come rimendio e consolazione per le nostre anime. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

IX Orazione

O Signore Gesù Cristo, Gioia della mente, ricordati dell’angoscia e del dolore che hai patito quando, per l’amarezza della morte e l’insulto dei giudei, gridasti al padre tuo: Eloì, Eloì, lemà sabactàni; cioè: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato? Per questo ti chiedo di non abbandonarmi nell’ora della morte. Signore mio e Dio mio. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

X Orazione

O Signore Gesù Cristo, Principio e Termine Ultimo del nostro amore, che dalla pianta dei piedi fino alla cima del capo ti sei immerso nel mare dei dolori, per le tue larghe e profondissime piaghe, ti prego di insegnarmi a operare perfettamente con vera carità nella tua legge e nei tuoi precetti. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

XI Orazione

O Signore Gesù Cristo, profondo Abisso di Pietà e di Misericordia io ti domando, per la profondità delle piaghe che hanno trapassato non solo la tua carne e le midolla delle ossa, ma anche le tue più intime viscere, che ti piaccia di sollevarmi dai miei peccati e di nascondermi nelle aperture delle tue ferite. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

XII Orazione

O Signore Gesù Cristo, Specchio di Verità, Segno d’Unità, Legame di Carità, ricorda le innumerevoli ferite di cui è stato ricoperto il tuo corpo, lacerto dai Giudei e imporporato dallo stesso tuo Preziosissimo Sangue. Ti prego, scrivi nel mio cuore, con quello stesso Sangue, le tue ferite, affinché, nella meditazione del tuo dolore e del tuo amore, si rinnovi ogni giorno in me il dolore del tuo soffrire, si accresca l’amore e perseveri fedelmente nel renderti grazie sino alla fine della mia vita,; cioè fino a quando io non verrò da te, pieno di tutti i beni e di tutti i meriti che ti sei degnato di donarmi dal tesoro della tua passione. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

XIII Orazione

O Signore Gesù Cristo, Re Invincibile e Immortale, ricordati del dolore che hai sentito quando, essendo venute meno tutte le le forze del tuo corpo e del tuo cuore, chinando il capo hai detto: Tutto è compiuto. Perciò ti prego per tale angoscia e dolore che tu abbia misericordia di me nell’ultima ora della mia vita, quando la mia anima sarà turbata dall’ansia dell’agonia. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

XIV Orazione

O Signore Gesù Cristo, Unigenito del Padre Altissimo, Splendore e Immagine della Sua Sostanza, ricordati dell’umile preghiera con la quale hai raccomandato il Tuo Spirito dicendo: Padre, nelle Tue Mani consegno il Mio Spirito. E dopo, piegato il capo e aperte le viscere della Tua Misericordia per riscattarci, gridando hai emesso l’ultimo respiro. Per questa Preziosissima morte, Re dei Santi, ti prego: rendimi forte nel resistere al diavolo, al mondo e alla carne, affinché, morto al mondo io viva solo per Te e Tu nell’ultima ora della mia vita riceva il mio spirito, che dopo lungo esilio e pellegrinaggio desidera ritornare alla sua patria. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

XV Orazione

O Signore Gesù Cristo, Vera e Feconda Vita, ricordati dell’abbondante effusione del tuo sangue allorché, piegato il capo sulla croce, il soldato Longino ti ha squarciato il costato da cui sono usciti Sangue ed Acqua. Dolcissimo Gesù, per questa Amarissima Passione, ti prego ferisci il mio cuore, affinché giorno e notte io versi lacrime di Penitenza e di Amore. Convertimi totalmente a Te perché il mio cuore sia perpetua abitazione di Te e la mia Conversione ti piaccia e ti sia accetta e il termine della mia vita sia lodevole, per Lodarti insieme con tutti i Santi in eterno. Amen.

Dolcissimo Signore Gesù Cristo, abbi misericordia di me peccatore.
Gesù, Figlio di Dio, nato da Maria Vergine, crocifisso per la Salvezza degli uomini, che ora Regni in Cielo. abbi Pietà di noi.

Padre nostro • Ave Maria • Gloria

 

Preghiamo

O Signore mio Gesù Cristo, Figlio di Dio Vivo, accetta questa preghiera con lo stesso sviscerato amore col quale sopportasti tutte le piaghe del Tuo Santissimo Corpo. Abbi Misericordia di noi e a tutti i fedeli, vivi e defunti, concedi la tua Misericordia, la tua Grazia, la Remissione di tutte le Colpe e le Pene e la Vita Eterna. Amen.

 

Il-Caravaggio-La-passione-di-Gesù

Il Caravaggio La passione di Gesù

 

Santa Brigida di Svezia

Santa Brigida è conosciuta sopratutto come Mistica e fondatrice dell’Ordine del Santissimo Salvatore. Non bisogna, tuttavia, dimenticare che la prima parte della sua vita fu quella di una laica felicemente sposata. Indicandola come Compatrona d’Europa, intendo far si che la sentano vicino non soltanto coloro che hanno ricevuto la Vocazione a una vita di speciale Consacrazione, ma anche coloro che sono chiamati alle ordinarie occupazioni della vita laicale nel mondo e, sopratutto all’alta e impegnativa vocazione di formare una Famiglia Cristiana. Senza lasciarsi fuorviare dalle condizioni di benessere del suo ceto sociale, Ella visse col marito Ulf, un’esperienza di coppia in cui l’amore sponsale si  coniugò con la preghiera intensa, con lo studio della Sacra Scrittura, con la mortificazione, con la carità […]. Ma questo periodo della sua vita famigliare era solo una prima tappa. Il pellegrinaggio che fece col marito a Santiago del Compostela chiuse simbolicamente questa fase, preparando Brigida alla nuova vita che iniziò qualche anno dopo, quando, con la morte dello sposo, avvertì la voce di cristo che le affidava una nuova missione, guidandola passo passo con una serie di Grazie Mistiche straordinarie […]. In Brigida si avverte la forza della Profezia. Talvolta i suoi toni sembrano un’eco di quelli degli antichi Grandi Profeti. Ella parla con sicurezza a principi e Pontefici, svelando i Disegni di Dio sugli avvenimenti storici. Non risparmia ammonizioni severe anche in tema di riforma morale del popolo Cristiano e dello stesso Clero. (cfr. Revelationes, IV, 49; cfr. anche IV, 5). […] La figura della Santa svedese resta un prezioso “legame” ecumenico, rafforzatto anche dall’impegno in tal senso svolto dal suo Ordine.
Lettera Apostolica di Giovanni Paolo II, che proclama Santa Brigida di Svezia Compatrona d’Europa (1.10.1999)

 

Consacrazione al sacro cuore di gesù

ATTI DI CONSACRAZIONE AL SACRO CUORE DI GESU’

gesu_cuoreCONSACRAZIONE AL SACRO CUORE

Io……, dono e consacro al Cuore adora­bile di Gesù la mia persona e la mia vita, le mie azioni, pene e sofferenze per non più servirmi di alcuna parte del mio essere, se non per onorarlo, amarlo e glorificarlo.
E’ questa la mia irrevocabile volontà: essere tutto suo e fare ogni cosa per suo amore, rinunciando a tutto ciò che può dispiacergli.
Ti scelgo, Sacro Cuore di Gesù, come unico oggetto del mio amore, custode della mia vita, pegno della mia salvezza, rimedio della mia fragilità e inco­stanza, riparatore di tutte le colpe del­la mia vita e rifugio sicuro nell’ora del­la mia morte.
Sii, o Cuore di bontà e di misericordia, la mia giustificazione presso Dio Padre e allontana da me la sua giusta indi­gnazione. Cuore amoroso di Gesù, pon­go in te la mia fiducia, perchè temo tut­to dalla mia malizia e debolezza, ma spero tutto dalla tua bontà.
Distruggi in me quanto può dispiacer­ti. Il tuo puro amore s’imprima profon­damente nel mio cuore in modo che non ti possa più dimenticare o essere separato da te.
Ti chiedo, per la tua bontà, che il mio nome sia scritto in te, poichè voglio vivere e morire come tuo vero devoto. Sacro Cuore di Gesù, confido in te!                    (di S. Margherita Maria Alacoque)

 

DONO DI SE’ AL SACRO CUORE

O  Gesù, mio Dio e mio Salvatore, che nell’infi­nita tua carità ti sei fatto mio fratello e sei morto per me sulla croce; Tu che ti sei donato a me nell’Eucaristia e mi hai mostrato il tuo Cuore per assicurarmi del tuo amore, volgi a me in questo momento i tuoi occhi misericordiosi e avvolgimi nel fuoco della tua carità.
Io credo nel tuo amore per me e ripongo in Te tutta la mia speranza. Sono consapevole delle mie infedeltà e delle mie colpe, e domando umilmente il tuo perdono.
A te dono e consacro la mia persona e tutto ciò che mi appartiene, perché – come cosa doppiamente tua – Tu disponga di me come meglio credi per la maggior gloria di Dio.
Da parte mia prometto di accettare volentieri ogni tua disposizione e di regolare ogni mia azione secondo la tua volontà.
Cuore divino di Gesù, vivi e regna sovrano in me e in tutti i cuori, nel tempo e nell’eternità. Amen.

ATTO DI CONSACRAZIONE AL SACRO CUORE

Il tuo Cuore, o Gesù, è asilo di pace, il soave rifugio nelle prove della vita, il pegno sicuro della mia salvezza. A Te mi consacro interamente, senza riserve, per sempre. Prendi possesso, o Gesù, del mio cuore, della mia mente, del mio corpo, dell’anima mia, di tutto me stesso. I miei sensi, le mie facoltà, i miei pensieri ed affetti sono tuoi. Tutto ti dono e ti offro; tutto appartiene a Te. Signore, voglio amarti sempre più, voglio vivere e morire di amore. Fa o Gesù, che ogni mia azione, ogni mia parola, ogni palpito del mio cuore siano una protesta di amore; che l’ultimo respiro sia un atto di ardentissimo e purissimo amore per Te.

OFFERTA DELLA GIORNATA AL  SACRO CUORE DI GESU’

Cuore Divino di Gesù, io ti offro per mezzo del Cuore Immacolato di Maria, in unione al Sacrificio Eucaristico, le preghiere, le azioni, le gioie e le sofferenze di questo giorno in riparazione dei peccati e per la salvezza di tutti gli uomini, a gloria del Divin Padre. Amen

 

 

CONSACRAZIONE DEL GENERE UMANO

 (Preghiera indulgenziata)
O  Gesù dolcissimo, o Redentore del genere uma­no, riguarda a noi umilmente prostrati innanzi a Te.
Noi siamo tuoi, e tuoi vogliamo essere; e per vivere a Te più strettamente congiunti, ecco che ognuno di noi, oggi spontaneamente si consacra al tuo sacratissimo Cuore.
Molti, purtroppo, non ti conobbero mai; molti, disprezzando i tuoi comandamenti, ti ripudiarono. O benignissimo Gesù, abbi misericordia e degli uni e degli altri e tutti quanti attira al tuo sacratissimo Cuore.
O  Signore, sii il Re non solo dei fedeli che non si allontanarono mai da Te, ma anche dì quei figli prodighi che ti abbandonarono; fa’ che questi, quanto prima, ritornino alla casa paterna, per non morire di miseria e di fame.
Sii il Re di coloro che vivono nell’inganno e nell’errore, o per discordia da Te separati; richiamali al porto della verità, all’unità della fede, affinché in breve si faccia un solo ovile sotto un solo pastore.
Largisci, o Signore, incolumità e libertà sicura al­la tua Chiesa, concedi a tutti i popoli la tranquillità dell’ordine. Fa’ che da un capo all’altro della terra risuoni quest’unica voce: Sia lode a quel Cuore divino, da cui venne la nostra salute; a lui si canti gloria e onore nei secoli dei secoli. Amen.

 

CONSACRAZIONE DELLA COMUNITA’ PARROCCHIALE

Prostràti davanti al tuo Sacramento di amore, o Gesù, noi adoriamo, lodiamo, amiamo il tuo Cuore santissimo, sostanzialmente unito al Verbo di Dio.
Benediciamo e ringraziamo il tuo Cuore, dalla cui pienezza abbiamo ricevuto ogni bene.
O  Cuore del Figlio di Dio, Cuore degno di adorazione, Cuore ferito per i nostri peccati, a te noi vogliamo consacrare noi stessi e la nostra comunità parrocchiale, con tutti e singoli i membri che la compongono.
In particolare ti consacriamo le famiglie della nostra parrocchia, perché diventino vere chiese domestiche, dove tu sia il centro e la sorgente di unità.
Ti consacriamo i fanciulli e i giovani, perché non si smarriscano lontani da Te, ma crescano nella fede e nelle virtù cristiane.
Ti consacriamo gli ammalati, perché non cadano nello scoraggiamento o nella disperazione, ma sappiano offrire le loro sofferenze come sacrificio di espiazione e di salvezza per sé e per tutti.
Ti consacriamo le persone anziane e sole, perché trovino sollievo e conforto nel tuo amore e aprano il cuore alla speranza gioiosa che le attende.
Ti consacriamo le nostre associazioni, i gruppi impegnati, e tutte le nostre attività, perché fioriscano e diano frutti di testimonianza cristiana.
Da parte nostra, ti promettiamo che ci sforzere­mo di rendere simile il nostro cuore al tuo, nella purezza e nell’amore, elevandoci sempre più dalle cose terrene.
Scenda su di noi, o Signore, la tua benedizione, perché ci sia luce nell’ora del dubbio, sostegno nella prova e conforto nel momento della nostra morte. Amen.

 

CONSACRAZIONE DELLA COMUNITA’ RELIGIOSA

O  Cuore divino di Gesù, noi ti adoriamo e ti be­nediciamo, perché dalla tua pienezza abbiamo ricevuto ogni bene.
Tu sei il nostro salvatore, l’amico, il frate1lo che, dimenticando la nostra indegnità, ti sei degnato di chiamarci alla vita religiosa, perché potessimo partecipare più intimamente alla tua opera di salvezza del mondo.
Vogliamo perciò, o Cuore dolcissimo, renderti i nostri omaggi di riparazione e di amore, e proclamarti solennemente il centro e il re della nostra comunità.
Durante la tua passione dolorosa ti ferì il grido di coloro che chiedevano la tua morte: “Non vogliao che costui regni sopra di noi”. E quante altre volte gli uomini hanno ripetuto questo grido!
Noi invece ti ripetiamo con animo ardente: Regna, o Gesù, nelle nostre menti, regna nei nostri cuori, regna nella nostra comunità.
Come un giorno, stanco e addolorato, ti era dolce riposare ne1la casa di Betania, dove l’amore di cuori amici ti riconfortava, così questa nostra casa sia il luogo del tuo riposo, il luogo dove trovi il conforto di tanti cuori generosi che vivono per te.
Scenda su di noi, o Signore, la tua benedizione, e ci sia di incitamento al compimento del nostro dovere, sprone per il nostro impegno di testimonianza del Vangelo, aiuto nel momento della sofferenza e della prova. Amen.

 

CONSACRAZIONE DELLA FAMIGLIA

Sacro Cuore di Gesù, che hai manifestato a santa Margherita Maria il desiderio di regnare sulle famiglie cristiane, noi ti proclamiamo oggi Re e signore della nostra famiglia.
Sii tu il nostro dolce ospite, il desiderato amico della nostra casa, il centro di attrazione che ci unisce tutti nell’amore reciproco, il centro di irradiazione per cui ciascuno di noi vive la sua vocazione e compie la sua missione.
Sii tu l’unica vera scuola di amore. Fa’ che im­pariamo da te come si ama, donandoci agli altri, perdonando e servendo tutti con generosità e umi1tà senza pretendere il contraccambio.
O  Gesù, che hai sofferto per renderci felici, salva la gioia della nostra famiglia; nelle ore liete e nelle difficoltà il tuo Cuore sia la sorgente del nostro conforto.
Cuore di Gesù, attiraci a te e trasformaci; porta a noi le ricchezze del tuo amore infinito, brucia in esso le nostre deficienze e le nostre infedeltà; aumenta in noi la fede, la speranza, la carità.
Ti chiediamo infine che, dopo averti amato e servito in questa terra, Tu ci riunisca nella gioia eterna del tuo Regno. Amen.